Antidoping a scuola

Parlando a Firenze ad un convegno dell’Anci, il ministro Amato ha sostenuto la necessità di una grande campagna contro la droga. Tra l’altro, ha parlato della scuola: “Si potrebbe prevedere l’antidoping a scuola, ad esempio dopo l’interrogazione. Ho spiegato questa mia idea a un insegnante che mi ha detto: ‘ma sei matto’? Di sicuro arriverebbero i genitori a fare un occhio nero al preside o al professore. Ma io penso che se lo studente risultasse positivo dopo l’interrogazione, perderebbe i punti e l’interrogazione non varrebbe”.
A voi la parola.

Fonte: RaiNews24

Annunci

54 pensieri su “Antidoping a scuola

  1. Laura e Ale 4B

    Secondo noi non è il luogo giusto per fare questi determinati controlli antidoping perchè non c’è bisogno di drogarsi a scuola…è assurdo drogarsi prima di un’ interrogazione perchè in fondo non è mica la fine del mondo tenere un’interrogazione!!!

    Mi piace

  2. Elisa A. 4B

    secondo me tutto questo è assurdo…non credo che i ragazzi facciano uso di droghe per un’interrogazione a scuola…o comunque non credo che sia l’uso di droghe a portare l’alunno ad ottimi risultati…il libro è l’unica “droga” da utilizzare per avere buoni risultati…
    …ve lo dice una “studentessa modello” ;-P

    Mi piace

  3. Antonio Vigilante

    Ma se uno studente usasse delel anfetamine per superare un’interrogazione o, soprattutto, gli esami di stato, pensate che sarebbe giusto annullare il voto?

    Mi piace

  4. Antonietta Pistone

    a tutte: non pensiate che la proposta del ministro, per quanto bislacca, possa voler riportare l’attenzione dell’opinione pubblica sull’uso degli stupefacenti da parte dei giovani studenti delle scuole italiane? Con quello che ha detto, Amato forse voleva suggerire la necessità di prevedere controlli radicali, anche di tipo biologico, sugli studenti per verificare in tempo (senza aspettare che diventi troppo tardi) la presenza e l’uso di stupefacenti nelle classi

    Mi piace

  5. Dany

    Anche secondo me è sbagliato assumere droghe a scuola per un’interrogazione ma effettuare questi test lo è ancora di più perchè una formazione culturale non si può ridurre a sostanze stupefacenti!!Secondo me non è assolutamente giusto,che ne pensate?

    Mi piace

  6. le e ma 4b

    secondo noi non è il caso di fare test antidoping a scuola perchè sarebbe come invogliare il ragazzo a non assumere droga a scuola ma al di fuori invece la cosa più giusta sarebbe fare capire a questi raga che è sbagliato assumere queste sostanze ovunque indipendentemente dalla punizione o dal controllo degli insegnanti.

    Mi piace

  7. elisa 4b

    mancanza di affetto,solitudine,insicurezza…..la droga rappresenta un “rifugio” da quella che è la realtà,è provocata da una sofferenza dentro che bisogna reprimere…..

    Mi piace

  8. Silvia e Paola...

    bhè riflettendoci non è un problema che ci riguarda a livello di scuola però pensiamo anche noi che tutto ciò sia assurdo,come diceva elisa l’unica droga è il libro!!in ogni caso non siamo d’accordo su questi controlli perchè ci sono problemi più gravi all’interno di istituti come il cambiamento di prof mese per mese,anno per anno insomma un po’ d’ ordine.Penso che questo sia uno dei principali problemi della scuola italiana.Sicuramente questo caso è emerso perchè effettivamente delle scuole avvertono il disagio ma è anche vero che non può essere generalizzato.

    Mi piace

  9. Antonietta Pistone

    insomma, mi pare di capire che, secondo voi, ci si droga (quando accade) per problemi che non hanno nulla a che vedere con le prestazioni scolastiche. Vero?

    Mi piace

  10. gigia e sabry 4b

    anche secondo noi non è giusto fare uso di droga prima dell’interrogazione perchè come diceva una nostra compagna non è mica la fine del mondo sostenere una interrogazione! e comunque rispondendo alla domanda del prof.Vigilante, si sarebbe giusto annullare il voto, perchè gli altri alunni si mettono alla prova loro invece no!cosa ne dite?

    Mi piace

  11. Laura e Ale 4B

    il vero problema è che anche se si continua ripetutamente a parlare di controlli antidoping anche all’esterno del mondo della scuola,questo non accade. Si asoltano spesso in tv episodi di incidenti del sabato sera..ma vogliamo più fatti non solo parole!!!

    Mi piace

  12. Antonio Vigilante

    Gigia e Sabry: in classe invece una mia alunna diceva che uno comunque le cose le ha imparate, anche se con l’aiuto delle anfetamine, e quindi sarebbe ingiusto. Io pensavo anche ai concorsi. Che ne dite di uno che si preparassi ad un concorso in magistratura (per fare l’esempio di un concorso molto difficile) usando anfertamine?

    Mi piace

  13. Elisa A. 4B

    secondo me è giusto paragonare l’alunno all’altleta poichè l’altleta potrebbe far uso di droghe per salire sul podio…solo che per l’alunno il podio sarebbe l’otto o il nove…quindi sia l’uno che l’altro raggiungono i loro obiettivi in modo scorretto e quindi sarebbe giustissimo annullare il voto!!!

    Mi piace

  14. Antonio Vigilante

    Elisa: dici che il ricorso alal droga è motivato da “mancanza di affetto,solitudine,insicurezza”. Forse oggi non è più così. Oggi chi fa uso di droghe come la cocaina o l’extasy lo fa perché vuole sentirsi vincente.

    Mi piace

  15. Dany

    Secondo me molti ragazzi si drogano non per le diverse situazioni scolastiche ma molte volte anche per problemi personali,per problemi in famiglia,per situazioni che possono influenzarli come gli stessi amici o giusto per il gusto di farlo!

    Mi piace

  16. gigia e sabry 4b

    prof.Vigilante, se io voglio andare incontro ad un concorso così importante e complesso, non riteniamo opportuno usare anfetamine, una volta fuori dall’Università chi è questa persona? un magistrato non di certo…

    Mi piace

  17. Elisa A. 4B

    per il prof Vigilante:allora se un individuo ha studiato,quindi è sicuro di quello che sa,perchè dovrebbe fare uso d sostanze?Lei ritiene che sia l’insicurezza una delle cause che portano a questo?

    Mi piace

  18. le e ma 4b

    secondo noi al contrario della prestazione atletica l’uso della droga x l’interrogazione non migliora la prestazione poichè quest’ultima è basata su conoscenze che si acquistano in seguito ad uno studio! quindi il voto dell’interrogazione non va annullato dato che la droga danneggia l’interrogazione e non la migliora.

    Mi piace

  19. Antonietta Pistone

    la droga non vince mai. Solo l’uomo può vincere gli ostacoli della realtà o della sua mente. Ma è anche vero che spesso si ritiene, sbagliando, che la “sostanza” possa offrire o regalare la vittoria. Ma di quale vittoria stiamo parlando? E di quale vittoria vogliamo parlare?

    Mi piace

  20. Antonio Vigilante

    Gigia e Sabry: Allora sarebbe bene farli ai concorsi, i controlli antidoping. Chissà perché il ministro non ci ha pensato. Elisa: Magari perché l’otto non gli basta, vuole il nove per sentirsi migliore degli altri.

    Mi piace

  21. Laura e Ale 4B

    rispondendo al prof. Vigilante noi pensiamo chè non è giusto usare sostanze stupefacenti perchè il soggetto che tiene un concorso in magistratura si presuppone voglia fare giustizia, e utilizzando tali sostanze sarebbe una grande contraddizione in quanto è il primo a non rispettare le leggi necessarie per il benessere comune.

    Mi piace

  22. Antonietta Pistone

    è molto bella e suggestiva l’immagine di una scuola che si ponga come possibilità di confronto e che offra stimoli e motivazioni ai suoi allievi. Anticamente in grecia il liceo si diceva gimnasium, cioè palestra, dove ovviamente si allena la mente. Ricordate anche il detto dei latini: “Mens sana in corpore sano”

    Mi piace

  23. elisa 4b

    AL PROF:se un ragazzo si vuole sentire vincente usando droghe,vuol dire che si sente insicuro, non capace di,senza un alto livello di autostima! il ragazzo che crede nelle sue capacità per diventare vincente sfrutta le sue capacità…quindi secondo me c’è comunque un problema di fondo……

    Mi piace

  24. Elisa A. 4B

    Prof Vigilante:appunto per questo ritorno sul paragone alunno-atleta,non perchè mi piace paragonare la scuola ad una gara olimpica ma perchè ad un certo punto diventa una sfida con gli altri e non una sfida con se stessi e il sapere!

    Mi piace

  25. rosalba 4b

    io nn sono assolutamente d’accordo sull’annullamento del voto ad un ragazzo che ha assunto sostanze stupefacenti prima di un’interrogazione o esame in quanto nn sono esse a determinare conoscenze nel soggetto ma possono solo servire a renderlo piu sicuro nell’affrontare la situazione

    Mi piace

  26. Silvia e Paola...

    è vero ora non si fa più uso di sostanze per carenza d’affetto o problemi personali ,diciamo che questi stanno alla base di tutto il meccanismo(uso di droghe);ora si fa uso di queste sostanze perchè il troppo benessere porta sempre a desiderare cose nuove,nuove esperienze che in questo caso risultano del tutto negative.L’uso di queste sostanze è un di più.A volte anche in ambito lavorativo si fa uso di queste sostanze per affrontare in maniera più disinvolta e più serena la giornata,in realtà non fa altro che provocare danni

    Mi piace

  27. Dany

    Molte persone associano questa “vittoria scolastica” a una un altro tipo di vittoria che forse si basa sul superamento di problemi quotidiani,vittoria nei confronti della vita,vittoria nei confronti delle malattie!

    Mi piace

  28. Antonietta Pistone

    elisa: spesso l’uso di droghe viene fatto per reggere molte ore di studio consecutivamente, senza permettere al sonno di spezzare la continuità dell’impegno, che verrebbe meno se il ritmo della vita fosse naturale. Il potenziale magostrato dunque può trovarsi a fare abuso di sostanze stupefacenti semplicemente perché “vuole a tutti i costi” superare e vincere il concorso, sottoponendosi a ritmi incessanti di lavoro e di studio.

    Mi piace

  29. Elisa A. 4B

    e secondo te rosalba,dovrebbero lasciargli la valutazione?Non credi che così facendo gli si dia un incoraggiamento nel continuare a prendere sostanze piuttosto che fargli capire che deve avere più fiducia in se stesso?

    Mi piace

  30. Antonio Vigilante

    Antonietta: A me pare un’immagine orribile, ed i greci – sofisti a parte – non li ho mai sopportati. Ho sempre simpatizzato, nello sport, per chi arriva ultimo.
    Elisa: Hai ragione, sicuramente uno in gamba non ricorre alle anfetamine per risolvere i problemi. quello che volevo dire è che non sempre ci si droga per buttarsi via o cercare sensazioni distrive, come qualcuno crede.
    Elisa A.: Hai ragioen anche tu. Purtroppo la scuola è una gara. Il migliore prende nove e riceve i complimenti del docente.

    Mi piace

  31. elisa 4b

    la “vittoria” come la chiamate voi, per me è invece una grande sconfitta! l’uso della droga è appunto una dimostrazione che ci si sente “sconfitti” dalla vita,un non saper reagire e affrontarla!

    Mi piace

  32. Laura e Ale 4B

    non dimentichiamo che queste sostanze sono anche assunte, non solo da persone che hanno carenza d’affetto o quant’altro, ma anche da gente ricca che sfonda nel mondo della tv…in questo caso che motivo avrebbero??

    Mi piace

  33. Antonietta Pistone

    la scuola deve appartenere a tutti perché il sapere è di tutti. Gli insegnanti della scuola statale devono sostenere e incoraggiare tutti gli allievi. L’idea di palestra è quella di un luogo dove si esercita la mente ad assumere le differenti prospettive critiche sulla realtà contemporanea. Nulla di più distante dal concetto di gara olimpica. Ciao antonio, buona giornata, e ciao a tutte voi. Devo andare in IV D a spiegare la Critica del giudizio del Professor Kant.

    Mi piace

  34. Silvia e Paola...

    ha ragione la prof quando parla di che vittoria vogliamo parlare?insomma le capacità derivano da noi,come diceva S.Agostino bisogna solo tirarle fuori,anche se con molta fatica,per cui le sostanze non servono a nulla solo la mente e la volontà danno buoni e saporiti frutti

    Mi piace

  35. le e ma 4b

    quelli della tv come la maggior parte di quelli che hanno tanto senza fare grandi sforzi non sanno aprezzare la bellezza della vita nella sua semplicità e cercano sempre come dicono loro stimoli nuovi

    Mi piace

  36. elisa 4b

    la scuola non è una gara,si dovrebbe studiare per se stessi o se mai è importante una Sana competizione! si troverà sempre un professore che non ci apprezzera’,ciò deve essere uno stimolo in più per studiare per me diventa una sorta di sfida! ed è bellissimo quando poi proprio da quel prof.ricevo un bel voto.il mio studio e impegno supererà le antipatie personali

    Mi piace

  37. sweet

    l’antidoping??dunque,se dovrete farlo fatelo per cortesia a determinati prof…ma credo che non ce ne sia bisogno del resto nemmeno per loro,poverini..(siano fatte le dovute eccezioni)!vediamo,non lo si dovrebbe fare in luoghi più sottoposti,in un certo senso,a questo tipo di problema??sicuramente se il drogato lo si trova in classe…lo si trova ovunque..e poi non credo ci sia qualcuno al giorno d’oggi disposto a drogarsi per il buon esito dell’interrog.per cui,Min.Amato,si impegni a ricercare altrove..soprattutto perchè non sono le sostanze stupefacenti che migliorano il profitto e naturalm se il prof è attento,non c’è bisogno del test……

    Mi piace

  38. Anonimo

    non si può neanche minimamente pensare di poter risolvere il problema con l anti doping!!!! è una soluzione banale perchè non porterebbe altro che un ulteriore timore del ragazzo verso le autorità

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...