Letterina

Caro (o, se preferisci, Egregio, Illustre, Onorevolissimo) Babbo Natale,
ti scriviamo per chiedere, con tutta l’umiltà che la cosa esige, il meritato regalo di Natale – dal momento che in questo duemilaesei noi siamo stati più o meno buoni. Certo, qualche pecca la si trova sempre, a voler cercare, ma non abbiamo fatto cose come crocifiggere il professor Vigilante sulla cattedra riprendendo la scena col telefonino e mettendo tutto su internet: di questi tempi, possiamo considerarci virtuosi.
In quanto virtuosi, dovremmo chiederti di portarci, per Natale, un mondo migliore, ma dopo attenta riflessione siamo giunti alla conclusione che sarebbe una richiesta inutile, oltre che ipocrita: ché tutti te lo chiedono, ma ognuno ha una sua idea del mondo migliore, e i ricchi non vorrebbero pagare le tasse e i poveri vorrebbero che i ricchi le pagassero, i pacifisti vorrebbero che non ci fosse più la guerra e quelli che fanno i soldi con la guerra vorrebbero che ci fossero sempre nuove guerre, e così via. Continua a leggere “Letterina”

Annunci