Povertà e disagio sociale a Siena

In questa prima parte dell’anno scolastico in quarta abbiamo affrontato il tema della povertà, del ruolo dei servizi socio-sanitari e degli interventi delle amministrazioni comunali per arginarla. Per contestualizzare il problema, abbiamo chiesto un incontro alla dottoressa Anna Ferretti, assessore alla Sanità, Politiche Sociali e Casa del Comune di Siena. L’incontro si è tenuto il 26 novembre presso l’Istituto Caselli. Quanto segue non è la trascrizione fedele delle parole dell’assessore, ma una sintesi basata sugli appunti presi durante l’incontro.

Fino a quattro o cinque anni fa Siena era una città ricca, con una economia centrata sui servizi, che girava in particolare intorno a tre realtà: il Monte dei Paschi di Siena, l’Università e l’Ospedale. Non c’erano e non ci sono industrie, fatta eccezione per l’industria farmaceutica Novartis nella zona di Rosia. Negli ultimi anni queste aziende sono entrate in crisi. L’Università per via di una gestione clientelare e dell’indebitamento. Poiché l’Università era proprietaria del Policlinico, i suoi problemi si sono riservati su quest’ultimo, fino a quando esso è stato acquistato dalla Regione. Ma l’Università ha dovuto smettere di assumere e tagliare gli stipendi, oltre a dismettere i numerosi locali che dava in affitto in città. Ora questi locali sono vuoti, ed il personale che li gestiva è licenziato. Continua a leggere “Povertà e disagio sociale a Siena”

Annunci