L’assistente sessuale per persone con disabilità

L’Olanda ha deciso di offrire alle persone fino a dodici interventi di assistenza sessuale. Si tratta di incontri con professionisti/e che aiutano la persona disabile a scoprire e vivere la propria sessualità. In Italia esiste un progetto, LoveGiver, che intende diffondere la cultura dell’assistenza sessuale. Nel sito del progetto la figura dell’assistente sessuale è presentata come segue:

L’assistente sessuale è un operatore professionale (uomo o donna) con orientamento bisessuale, eterosessuale o omosessuale che deve avere delle caratteristiche psicofisiche e sessuali “sane” (importanza di una selezione accurata degli aspiranti assistenti sessuali).
Attraverso la sua professionalità supporta le persone diversamenteabili a sperimentare l’erotismo e la sessualità. Questo operatore, formato da un punto di vista teorico e psicocorporeo sui temi della sessualità, permette di aiutare le persone con disabilità fisico-motoria e/o psichico/cognitiva a vivere un’esperienza erotica, sensuale e/o sessuale. Gli incontri, infatti, si orientano in un continuum che va dal semplice massaggio o contatto fisico, al corpo a corpo, sperimentando il contatto e l’esperienza sensoriale, dando suggerimenti fondamentali sull’attività autoerotica, fino a stimolare e a fare sperimentare il piacere sessuale dell’esperienza orgasmica.

Continua a leggere “L’assistente sessuale per persone con disabilità”

Annunci