Una legge per le donne

Nel giorno della festa della donna non vi regalo mimose, ma vi invito a fare un gioco. Immaginate di essere in Parlamento. Non in visita, voglio dire: immaginate di essere deputate e senatrici. Il gioco consiste in questo: dovete presentare una proposta di legge per migliorare la condizione delle donne in Italia. Se preferite, potete presentare anche una interrogazione parlamentare. Una interrogazione parlamentare è una domanda con la quale un deputato o senatore si rivolge ad un ministro chiedendogli di dare chiarimenti in Parlamento su un fatto specifico. Nel vostro caso, dovete chiedere chiarimenti su qualche fatto o situazione che riguardi le donne in Italia – ad esempio su qualche episodio di discriminazione sul lavoro di cui siete venute a conoscenza.Se volete, potete anche indicare il partito da cui proviene la vostra proposta
di legge. Potete anche creare partiti che non esistono attualmente in Parlamento.

Nell’immagine: Picasso, Due donne che corrono sulla spiaggia.

Advertisements

41 pensieri su “Una legge per le donne

  1. Bambi

    io non mi lamento delle libertà delle donne in italia. Piuttosto io,”senatrice”,proporrei di fare qualcosa per le donne paKistane.Ho letto dei libri in proposito come”bruciata viva”o “dietro il il velo”roba da mettersi le mani nei capelli,come si suol dire.Io mi darei da fare sulle condizione di quelle donne che ormai siamo considerate anche migliori,da tutti i punti di vista,migliore dell’uomo.

    Mi piace

  2. paola e paola

    PARTITO:WIMEN THE BEST
    Vorrei che le donne come minimo avendo un istinto materno innato possano fare le maestre d’asilo senza fare l’università al massimo una specializzazione dopo il pedagogico……..

    Mi piace

  3. ANNA & (ALE)2

    NOI X LA FESTA DELLE DONNE VOGLIAMO MIMOSEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!CMQ A PRESCINDERE DA QUESTO NOI SE FOSSIMO SENATRICI PROPORREMMO DI FARE LEGGI KE TUTELASSERO DI PIù LE DONNE E SOPRATTUTTO KE QUESTE VENGANO RISPETTATE

    Mi piace

  4. Bambi

    per gli stupri oltre alla galera,io penso che non possono fare altro…tanto quando escono continuano a fare quello che facevano….se io fossi un parlamentare,farei delle campagne ma di più non si può fare….mettere in galera delle persone a vita,ma è troppo crudele…più sicurezza alle donne,facile parlare..ma come si fà?iscriviamo a kick boxing tutte le donne così si sanno difendere

    Mi piace

  5. paola e paola

    se io fossi senatrice mi darei da fare soprattutto iniziando dal problema STUPRI DELLE BAMBINE!!!!perche nn se ne puo davvero piu di sentire queste tragiche notizie!!anche perchè l’infanzia viene traumatizzata e visto che i bambini saranno le generazioni del domani si dovrebbe combattere questo SCHIFO!!!!!

    Mi piace

  6. giovy

    io credo che le donne siano ancora in grado di avere una loro libertà ma purtroppo in alcuni casi non sanno difenderla oppure lasciano scorrere quello che gli succede intorno.Se fossi una deputata o senatrice cercherei di far capire a tutti i membri che purtroppo gli uomini si sentono tanto superiori e credono di poter avere potere sulle donne e poi far ascoltare loro testimonianze di donne che purtroppo non sono riuscite ad avere la loro libertà e poi aiutarle a riavere la loro libertà attraverso aiuti e un lavoro decente senza che un uomo prepotente si approfitti di loro in qulsiasi modo.

    Mi piace

  7. Bambi

    per paola e paola:ci sono donne che oltre all’isinto materno particolarmente spiccato,hanno tante altre qualità che non penso sia adatte all’asilo…chi per esempio sà parlare bene che facciamo,le mettiamo davanti ai bambini e le facciamo fare dei lunghi monologhi?l’istinto materno magari lo sfogano sui figli

    Mi piace

  8. luluuuuuu

    secondo me la mentalità italiana soprattutto al sud è molto chiusa!molti uomini pensano ke le donne non sono in grado di svolgere delle cose questo nn è giusto noi nn siamo inferiori a nessuno!donne facciamoci valere e soprattutto facciamoci sentire!

    Mi piace

  9. Paola e Paola: Concordo con Bambi. Aggiungo che l’istinto materno è una cosa difficile da misurare, e molte donne non l’hanno (quante maestre odiose con i bambini ci sono? e quanti maestri, al contrario, sono comprensivi e “materni”?).

    Mi piace

  10. Miki e vale

    secondo noi dall’articolo che abbiamo letto le donne stanno avendo comunque più considerazione rispetto a prima, anche grazie a loro stesse che, per esempio, per il problema degli stupri dalla ricerca si sono verificate più denunce e giustamente questo non significa che vengono fatte meno violenze ma che le donne non hanno avuto paura delle conseguenze delle denunce o che non si sono vergognate… quindi FORZA LE DONNEEEEEE!!! CONTINUATE SEMPRE COSì!!!!!! inoltre siamo daccordo con paola e paola che per fare le maestre d’asilo non c’e bisogno di fare l’università perchè non è che ai bambini di 4 anni bisogna insegnare pedagogia ecc..

    Mi piace

  11. Bambi

    la mentalità maschilista c’è dapertutto,noi in confronto a quelle povere donne arabe abbiamo i mezzi per difenderci loro non hanno una legge che vada a loro favore. e poi dipende dalla donna ci sono donne che si fanno rispettare e donne che si fanno sottomettere

    Mi piace

  12. ANNA & (ALE)2

    ALLORA GRAZIE X LE MIMOSE…. MOLTO PROFUMATE!!!!!!! BE’ IL CASO DI GIUSY è UN ESEMPIO PALESE…..QUELL ANIMALE DOVREBBE RIMANERE IN QUELLA STANZA A VITA E POI NO COME SE STESSE IN ALBERGO MA DEVE SOFFRIRE ANKE SE NON C’è PENA CORRISPONDENTE A CIò KE HA COMMESSO…..

    Mi piace

  13. Paola & Paola: Perché dici che non si tratta di veri insegnanti? Sai che quell’età è importantissima per lo sviluppo futuro della persona? Per questo oggi si chiede agli insegnanti una preparazione pedagogica e psicologica.

    Mi piace

  14. giovy

    confronti delle donne bisognerebbe soltanto fargli una cosa molto semplice ke forse verrà attuata in Inghilterra cioè la cper tutti coloro che compiono qulsiasi atto di violenza nei castrazione chimica e non sto qui a spiegare xkè è un pò dolorosa.X me questa è la punizione piu GIUSTA

    Mi piace

  15. Bambi

    x il prof:innanzitutto selezionare la gente con cui bisogna uscire….e poi noi non potremmo fare nulla perchè siamo impotenti…e comunque sulla storia di giusy penso che in quella storia è meglio non entrarci per niente

    Mi piace

  16. ANNA & (ALE)2

    è molto difficile cambiare la mente di questi uomini ke a nostro giudizio sono persone malate xkè una persona “normale” non si comporterebbe mai in questo modo!

    Mi piace

  17. antonia

    secondo me in italia la donna ha abbastanza considerazione,tranne in campo politico che vengono considerati di + gli uomini.tutto dipende dalla cultura della gente,infatti prima le donne venivano sottomesse agli uomini,e anche oggi in alcune società è così.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...