Quale uso delle tecnologie informatiche a scuola?

Riguardo all’uso delle tecnologie informatiche nella didattica gli atteggiamenti dei docenti vanno dall’entusiasmo alla condanna sdegnosa. Semplificano un po’, possiamo riconoscere:

a. Il docente con buone competenze informatiche, un po’ smanettone, che vede nelle tecnologie informatiche la via per rivoluzionare la scuola e la didattica.

b. Il docente con qualche competenza informatica che usa il computer, la Lim e il tablet, ma come supporto alla didattica e nulla più.

c. Il docente con poche competenze informatiche che vorrebbe saperne di più, e non sa bene valutare l’impatto della tecnologia sulla didattica.

d. Il docente che rifiuta le tecnologie informatiche perché vi scorge un pericolo per la scuola e l’insegnamento.

Tu in quale di questi profili – o in quale altro – ti riconosci? Quale ruolo, significato, funzione attribuisci alle tecnologie informatiche a scuola?

Annunci

12 pensieri su “Quale uso delle tecnologie informatiche a scuola?

  1. Laura Cappelli

    Il mio profilo è ibrido, forse fra B e C.
    Le tecnologie impiegate in classe potrebbero facilitare e ampliare le forme di comunicazione e apprendimento e favorire l’attenzione degli studenti.

    Mi piace

  2. Filippo

    Il ruolo dell’informatica in ambito didattico è, a mio avviso, quello di rendere interattivo l’apprendimento mediante il coinvolgimento attivo degli apprendenti nel rapporto docente-alunno e la stimolazione simultanea dei diversi canali sensoriali di apprendimento.

    Liked by 1 persona

  3. Daniele

    Fondamentalmente Gmail, per scambi di mail con le classi, e Google drive, per caricare materiali in Word, Pdf, link vari, …
    Ho creato una casella di posta Gmail per ciascuna delle classi in cui lavoro.
    Ho provato, all’inizio di quest’anno, la classe virtuale di Moodle ma ho avuto tali problemi nelle fasi iniziali che ho rinunciato. In effetti mi sono accorto che Gmail e Gdrive mi bastano, per il tipo di lavoro che intendo fare.

    Mi piace

  4. Ciao. Io sono più vicino alla Categoria A. Ma non del tutto. Sono Ing. Elettronico, tutt’ora abbastanza smanettone. Per me le TI ( Tecnologie Informatiche) sono sia strumento didattico che contenuto visto che insegno Tecnologia alle medie. Ma non ritengo che le TI siano la chiave di tutti i nostri problemi didattici ed educativi. Anzi, riconosco i limiti e spesso anche i pericoli… dello smartphone per esempio, dello schermo sotto gli occhi e della perdita del analogico, del tangibile, pesante, ruvido, freddo, profumato. Lo vediamo a scuola con i ragazzi.

    Mi piace

  5. Allora da un punto di vista di ambasciatore del settore, credo che l’avvento della tecnologia nella pubblica amministrazione rappresenti un’ottimo passo avanti, specie nelle scuole, detto questo non si smette mai di imparare per cui il docente ha l’obbligo di adeguarsi ai nuovi sistemi informatici facendo anche da guida per i nativi digitali. Personalmente lavoro per l’elettronica e gestisco un blog dedicato al settore https://animatechblog.wordpress.com.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...