Maschi e femmine

Continuiamo a leggere e discutere Il genitore consapevole di Alexander Neill.

Lei pensa che per natura ragazzi e ragazze abbiano interessi diversi?

Penso di sì. Una volta pensavo che gli interessi fossero determinati dalle abitudini e dall’educazione. Le ragazze lavavano e facevamo i letti mentre dai maschi non si pretendeva che facessero niente in casa. Così succedeva quando io ero ragazzo. I ragazzi trafficavano con le biciclette; le ragazze non lo facevano mai. Le ragazze cucivano e lavoravano a maglia mentre i ragazzi giocavano con le palline. Pensavo che quando i due sessi fossero stati liberi le differenze sarebbero scomparse. Mi sbagliavo.
A Summerhill i ragazzi riparano le biciclette, trafficano con le radio, fabbricano oggetti in officina: fucili, spade, barche, aeroplani, scatole. Accade raramente che una ragazza entri in officina. E’ raro il caso di un ragazzo dei più grandicelli che frequenti una classe di cucito. I due sessi fabbricano vasi in laboratorio e costruiscono vassoi di rame nella fucina. Non ci sono molte cose che li differenziano nello studio, però potrei contare con una mano le ragazze cui piace la matematica. Ad alcune piace l’algebra, ma la maggior parte delle ragazze si tengono lontane dalla geometria.
Ambedue i sessi amano ballare, dipingere, recitare, amano i giochi in comune. Molti ragazzi costruiscono capanne sugli alberi; anche le ragazze lo fanno. I ragazzi scavano buche e le collegano con passaggi sotterranei; le ragazze non lo fanno mai. La libertà non modifica le predilezioni dei due sessi.

Cosa ne pensate? Credete anche voi che maschi e femmine nascano con inclinazioni diverse?

(Molto probabilmente non sarà possibile tenere questa discussione prima di sabato 27 novembre. I visitatori però possono commentare fin d’ora.)

Annunci

33 pensieri su “Maschi e femmine

  1. utente anonimo

    Ero convinta anch’io che gli interessi diversi fossero dovuti solo, o in massima parte, alle abitudine ed alla educazione.

    Il mio credo era “Dalla parte delle bambine” di Elena Giannini Belotti. Poi ho avuto 2 figli: un maschio ed una femmina che ho cercato, nei limiti delle mie possibilità, di educare e crescere senza farmi influenzare dal loro sesso.

    Forse non ci sono riuscita, forse le mie abitudini e i miei condizionamenti culturali erano troppo radicati…sarà così…ma mia figlia ha sempre e solo giocato con le bambole, odia la matematica, non conosce un ginocchio sbucciato pur avendola indirizzata a tremila sport diversi. Sfottendola le dico che poteva nascere nell’800 e sarebbe stata una delle sorelle Bronte!

    Al contrario mio figlio sembra…diomiperdoni…un guerrafondaio! Ho battaglie perennemente in progress in tutta casa e guai a toccare i suoi soldati e soldatini. Gioca con la matematica e….odia il rosa! Le sue ginocchia sono perennemente sbucciate e gioca al calcio dall’età di 4 anni.

    Ho dovuto rivedere tutte le mie convinzioni e, informandomi su diverse fonti, sono arrivata alla conclusione che secoli di “divisione” dei compiti hanno determinato una differenza nell’evoluzione dei 2 sessi.

    Ad esempio le donne hanno più difficoltà nel posteggiare nell’odiata “marcia indietro” perchè fisiologicamente hanno un occhio che, se non ricordo male, presenta meno “bastoncini” (non ricordo bene il termine) che favoriscono la vista laterale. Cosa che riesce meglio agli uomini perchè il loro occhio, grazie alla caccia per procacciarsi il cibo, si è adeguato a queste necessità evolvendosi differentemente.

    Il famoso sesto senso femminile altro non è che la capacità di analizzare e catalogare non solo la comunicazione verbale, ma anche la non verbale e la paraverbale immediatamente….per cui diciamo “quella persona non mi convince” o “non mi piace” attribuendo il giudizio al sesto senso….magari abbiamo notato piccoli ed impercettibili segni e/o messaggi che ci hanno portato a questa conclusione.

    Le donne riescono a fare più cose nello stesso tempo perchè allenate dalla cura dei figli e della casa. Gli uomini ho notato che si innervosiscono se costretti a farlo! Avete presente una donna in cucina con 2 pesti intorno all’opera? Riescono a cucinare, impedire che i pargoli si strangolino e magari ascoltare il telegiornale!

    Guardate le mamme che ritirano i figli da scuola! Sono uno spettacolo. Chiedete ad un uomo di guidare mentre i pupi si scambiano figurine, si strozzano con i crakers, fanno rotolare la spesa sotto i pedali e avrete un isterico che urla come un dannato.

    Mi piace

  2. utente anonimo

    noi crediamo benissimamente ke maschi e femmine nascono con inclinazioni diverse…ma ciò non può portare alla separazione di entrambi i sessi..o meglio dire non sta a significare che sia maschi che femmine nascendo sotto diversi tipi d’inclinazioni debbano star sempre separati non avendo nessun contatto fisico

    Mi piace

  3. utente anonimo

    per noi si potevano notare le differenze fra maschi e femmine tanti anni fa…perchè una volta i ragazzi avevano interessi e compiti diversi da quelli delle ragazze,che pensavano alle faccende domestiche.Anche ora riscontriamo interessi diversi però adesso la donna si è emancipata a tutti gli effetti.Postazione 2

    Mi piace

  4. Per post. 3: Però l’anomina del primo commento dice che a lei è successo il contrario. Dice di aver educato i figli senza stereotipi sessuali, e di aver notato comunque tutte le differenze di genere. Secondo voi come si spiega questa cosa?

    Mi piace

  5. Per post 2: Hai ragione. Dagli studi più recenti risulta che per i pre-adolescenti le differenze di genere si sono molto attenuate rispetto al passato. e’ vero, però, che nella nostra società i ruoli maschili e quelli femminili restano ben distinti.

    Mi piace

  6. utente anonimo

    Secondo noi da una parte influisce molto l’educazione sui figli fin da picolli data dai propri genitori però pensiamo anche che una volta che i figli acquistano una propria personalità possono andare contro i canoni che sono stati loro inculcati dai propri genitori

    post 9

    Mi piace

  7. utente anonimo

    per la post.3

    le figlie non seguono la madre ma il padre…così come i figli seguono la madre,perchè si instaura un rapporto particolare tra i due sessi per cercare di completarsi visto che i genitori sono i primi sessi con il quale veniamo a contatto dall’infanzia…

    Mi piace

  8. utente anonimo

    post 9

    per noi farebbe più schifo vedere un ragazzo che cura il suo aspetto fisico in maniera eccessiva e non sapere che costui abbia interessi differenti da quelli predominanti tra i maschi.

    Mi piace

  9. utente anonimo

    anche io ai primi tempi pensavo che fosse 1 cosa contro natura stare con lo stesso mio sesso insieme..ma poi entrando a far parte del gruppo mi sono resa conto che non è per niente così..provi tanto piacere,in conclusione cosa hai da dire..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...