Rispetto

Abbiamo iniziato in classe ad analizzare e discutere diverse parti del libro di Alexander Neill, Il genitore consapevole. Un libro che è fatto di domande dei genitori e risposte del grande pedagogista libertario, che presenta un punto di vista spesso provocatorio, ma mai banale. Da oggi continuiamo le nostre discussioni in questo blog, sperando nel contributo dei visitatori.

Come si dovrebbe insegnare a un figlio a rispettare i genitori?

Che cosa significa la parola rispetto? Credo che il principale ingrediente di questa parola sia paura, come nel caso dei bambini che rispettano gli insegnanti severi. Nel mio dizionario rispetto viene definito come “stima tributata al merito, all’onore, ecc.”. D’accordo, ma se i vostri figli non ritengono che voi abbiate dei meriti, o che meritiate onori e stima, che cosa ci potete fare? Forzarli a pensare che voi siete grandi?
I miei allievi non mi rispettano. Io non pretendo mai rispetto. Oggi una ragazza di dieci anni mi ha dato dello stupido pazzo. E allora? questa mattina era la sua opinione e aveva il diritto di manifestarla. E la sua affermazione non voleva affatto dire che non mi volesse bene.
C’è una sorta di sottosviluppo nei genitori che pretendono di essere rispettati. E’ chiaro che essi non sono riusciti a ottenere l’amore dei figli e quindi pretendono un sostituto di tipo inferiore. I genitori che sono davvero leali e diretti nei confronti dei figli non richiedono rispetto.
Come è possibile che un bambino rispetti una madre che lo secca continuamente o un padre che urla? Come può un bambino aver rispetto per i genitori quando li sente mentire? E come può un figlio rispettare una madre che è prepotente?
Io rispetto Bertrand Russel per la sua filosofia, il suo umanitarismo, ma in questo tipo di rispetto non c’è né paura né invidia. Se volete venir rispettati da vostro figlio, dovete agire in modo che il rispetto venga naturalmente – e ciò significa meritatamente – e non perché vostro figlio teme rappresaglie.

Cosa ne pensate?

Advertisements

35 pensieri su “Rispetto

  1. utente anonimo

    secondo noi,lo scrittore ha pienamente ragione quando dice che i figli rispettano i genitori non perchè provano per loro un sentimento profondo quale l’amore, ma perchè hanno paura di loro e il loro rapporto e paragonabile a quello di rapporto cane padrone…non sappiamo se rendiamo l’idea.

    Mi piace

  2. utente anonimo

    per noi il rispetto è essere gentili con il prossimo ma quest’ultimo deve aver rispetto per noi.

    Secondo noi una persona ha rispetto in un’altra solo se ha avuto un’adeguata educazione dai propri genitori fin da piccolo.

    Mi piace

  3. utente anonimo

    secondo noi non è giusto rispettare una persona severa anzichè una persona che ti offre un dialogo da adulto ad adulto.Il rispetto è importante e bisogna darlo a persone con cui vivi bene e non a persone che si impongono.

    Mi piace

  4. utente anonimo

    Nel testo appena letto io ela mia compagna condividiamo le cose riguardanti il rispetto,per noi é un valore molto importante che però oggi non viene assolutamente rispettato!Un genitore non può pretendere rispetto dal figlio se non è lui a darlo per primo e vale la stessa cosa nel rapporto fra insegnanti e alunni!

    Mi piace

  5. utente anonimo

    Siamo d’accordo cn il testo del prof.perchè la nostra vita quotidiana rispecchia molto le verità sopra elencate.

    Il rispetto per noi è una cosa fondamentale per qualsiasi forma di rapporto,e quindi crediamo che quando non ci sia in una famiglia la vita insieme si presenterà difficile da gestire dato che non ci sarà neanche una buona comunicazione.

    Postazione 11.

    Mi piace

  6. utente anonimo

    secondo me bisognerebbe insegnare ai bambini a rispettare gli altri facendogli capire come gli altri si sentono quando loro non li rispettano. solo così anche loro un giorno riusciranno ad ottenere il rispetto dagli altri

    Mi piace

  7. utente anonimo

    secondo me il prof ha pienamente ragione xke la gente rispetta solo la gente che gli fa paura,facendo l’esenpio dei carabinieri o di un ex carcerato.xò x me il rispetto è tutta un’altra cosa:x me i principi del ripetto sono innanzitutto la stima,e soprattutto è alla base dell’educazione,xkè bisogna aver rispetto di tutti se vogliamo essere noi rispettati.praticamente io sono dello stesso parere del professore!

    postazione 10

    Mi piace

  8. utente anonimo

    Noi pensiamo che il rispetto sia una cosa reciproca, non è giusto rispettare una persona che non ti rispetta. Il rispetto è fondamentale.Per quanto riguarda il rispetto tra genitori e figli, perchè non bisogna risp

    ettare i propri genitori se sono loro a darci la vita? POS.6

    Mi piace

  9. utente anonimo

    La prima cosa per avere e ottenere rispetto dal prossimo è essere gentili,disponibili ma non troppo,ed esprimere le proprie idee e giudizi in modo costruttivo ed educato!forse così si potrà avere un pò di rispetto!potazione 2.

    Mi piace

  10. utente anonimo

    Si può ottenere il rispetto da una persona che non ha avuto un’adeguata educazione solo facendogli capire che chiunque,grande,piccolo o coetaneo va rispettato per quello che è ma nello stesso tempo anche educato.

    post9

    Mi piace

  11. utente anonimo

    non si può pretendere il rispetto da una persona che non ha mai ricevuto l’EDUCAZIONE ADEGUATA…

    diventa molto difficile o addirittura impossibile insegnare il rispetto ad un adulto…

    Mi piace

  12. utente anonimo

    non pensare che mi servano i tuoi due anni di vita famigliare perchè anche io ho un’grande risentimento per i miei soprattutto verso mia mamma non la rispetto per niente e non mi vergogno di dirlo.i miei genitori hanno una mentalità schifosa e anche se vogliono rispetto io lo dò solamente a chi mi dimostra che mi vuole bene e loro non c tentono neanche di dimostrarmelo

    Mi piace

  13. Io credo di aver imparato a rispettare davvero mio padre quando, crescendo, ne ho compreso i limiti: da ragazzi si vede tutto il loro agire come qualcosa di dovuto, e non si pensa mai a quanto sia complicato (e a volte, persino faticoso) essere genitore. E io mica sono diventato genitore per capirlo! 🙂 Solo che bisogna conoscerla una persona per riuscire a rispettarla davvero, altrimenti si rispetta per educazione, per convenienza, o soltanto per quieto vivere. Qui viene il difficile: conoscere un genitore non e’ come conscere un amico. L’amico e il genitore hanno ruoli diversi.

    Invece, per quel che riguarda le persone prive di educazione, penso che si debba dar loro l’esempio, mostrargli che, oltre che giusta, e’ una cosa utile dare e ricevere rispetto.

    Mi piace

  14. utente anonimo

    secondo noi una figlia si veste in maniera eccessiva quando si accorge che i suoi genitori potrebbero accettarlo anche se all’inizio le sembra combattere una dura guerra. Post.5

    Mi piace

  15. utente anonimo

    secondo noi le ragazze si truccano e si fanno belle per piacere agli altri ma sopratutto per piacere a se stessi,i genitori non devono imporre le proprie idee ai giovani ma lasciarli liberi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...